Now Reading
Er primo fusion: la cucina orientale a due passi dal Vaticano

Er primo fusion: la cucina orientale a due passi dal Vaticano

er primo fusion

Seguendo la scia di quest’ultimo periodo di questa pagina, di nuove proposte sperimentali e cucine internazionali; Cibo che Passione continua oggi a proporvi un locale fuori dai consueti costumi gastronomici italiani: il ristorante orientale Er primo fusion, suggeritoci dalla nostra affiliata Mirta Li Zunni.

Posizione

A due passi dalla città papale del Vaticano, esattamente nella zona Prati/Borgo Pio, a Via degli Ombrellari 18, si trova uno storico ristorante cinese, er primo fusion, rinomato dal 1987 di proporre, per le nostre papille gustative, una cucina fusion cinese – giapponese.

Il ristorante si distingue per la sua ricercatezza stilistica, di gran gusto e eleganza che, oltre a riportare ad ambienti più internazionali e consueti al pubblico pagante, rende l’atmosfera unica nel suo genere, incorniciata dalla prevalenza del rosso e del nero e da fini stampe xilografate ornamentali.

Un clima indimenticabile per chi vuole consumare un pasto in tranquillità e nella privacy assoluta.

Dalla storia ai nostri giorni

Aperto da Chien Lin Wang come tradizionale ristorante cinese, l’er primo fusion si è trasformato nel tempo, passando di mano in mano al figlio Jing, in un locale sperimentale, innovativo e del tutto nuovo, che fonda le sue basi in due radici storiche ben differenti.

Difatti l’odierno proprietario presenta oggi piatti rivisitati della cultura tradizionale cinese, uniti alle caratteristiche meticolose, “pure“, di qualità della cucina giapponese.

Dunque, in un’aria rilassante, a tratti mistica, è possibile assaggiare delle specialità contemporanee, fusion, comprovate sia dalla grandissima esperienza dello staff dentro e fuori le cucine, ma anche dal materiale freschissimo e naturale selezionato, curato in ogni passaggio e dettaglio.

Le proposte del menù

Con una diversificazione tra le due cucine asiatiche, che però si contaminano reciprocamente in varie ricette e sapori, er primo fusion offre due menù fissi di tutto rispetto, classici ma ben congeniati, per garantire il risultato migliore nel mercato gastronomico.

Ebbene, “nel più antico ristorante asiatico del quartiere“, aleggia la filosofia dell’eccellenza assoluta, magica e pura, volta a stupire il cliente con: ” i suoi effetti speciali”…magari della nebbia di un buon sashimi.

Dopotutto, come hanno dichiarato loro stessi sui loro social: “dietro ogni trucco c’è un grande mago, dietro ad ogni roll c’è un grande sushichef”.

Dunque, nella grandissima scelta del menù non troviamo solo dei piatti spettacolari, ma soprattutto dei pezzi da novanta estremamente accattivanti quali: gli intramontabili involtini primavera, vari assortimenti di roll e ravioli tra cui i classici, i vegetariani, gli shumai, gli speciali de borgo e quelli alla caccia; gli spaghetti Singapore alla piastra, il sashimi di salmone scottato in crosta di sesamo, la tartare di pesce e avocado in salsa ponzu e, infine, il classico ramen fatto in casa.

Conclusione

In conclusione er primo fusion è una piacevole sorpresa di cucina asiatica mista, che coinvolge il cliente, in primis, nella sua traversata gastronomica da Occidente Oriente e, in secondo luogo, nel ricordare un sapere antico…rinnovato.

Una storia che merita di essere raccontata, o meglio degustata sul proprio palato.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Cibo che Passione - Corso di Francia, 165c 00191 Roma - C.Fisc.: 15805991005 - P.iva: 15805991005

 

Scroll To Top