Now Reading
Frico: patate, cipolle e formaggio dal Friuli con furore

Frico: patate, cipolle e formaggio dal Friuli con furore

frico

Visto che in questi giorni c’è stato un improvviso ritorno di freddo, Cibo che Passione vi propone la ricetta del frico, testata dalla nostra Ccpina Olga Calveri.

Ma andiamo a scoprire qualcosa di più.

Provenienza del frico e approfondimento

Il frico è un piatto tipico del Friuli, in particolar modo della zona di Carnia, in provincia di Udine, al limitare delle Alpi italiane, ma è anche diffuso anche in Slovenia e nella parte meridionale dell’Austria.

Per questo motivo è considerato il piatto montanaro per eccellenza, con i suoi ingredienti saporiti e intensi.

Conosciuto per la sua consistenza o morbida e filamentosa, dovuta alla grande quantità di formaggio da recupero di varie stagionature, unite alle patate e alla cipolla; o friabile in quanto molto sottile e fritto nell’olio bollente, il frico è una pietanza nata all’incirca nella metà del XV secolo, quando si ebbero le sue prime testimonianze nel libro “De Arte Coquinaria” del cuoco e maestro gastronomico Martino de’ Rossi (detto da Como).

Quindi ecco a voi la ricetta!

Ingredienti

Servito come antipasto o come secondo, il frico che cucineremo oggi, per 4 persone, è quello morbido e per prepararlo ci servirà:

  • 1kg patate
  • 1-2 cipolle (circa 200gr già mondato)
  • 100gr formaggio molto stagionato (tradizionalmente si usa il Montasio con diverse stagionature)
  • 100gr formaggio di mezza stagionatura
  • 15ogr formaggio fresco
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

La velocità e semplicità di questa lavorazione è impressionante, poiché ci vogliono pochissimi passaggi. Iniziamo subito!.

La prima operazione da fare per preparare il nostro frico morbido è lavare le patate, sbucciarle e asciugarle con un pezzo di scottex. Poi le grattugiamo con una grattugia a fori larghi, che useremo allo stesso modo per i vari tipi di formaggio.

Dunque, tagliamo al coltello la cipolla e la facciamo appassire in una padella con un cucchiaio d’olio a fuoco basso. Dopo 5 min circa, aggiungiamo le patate, le aggiustiamo di sale e di pepe e le facciamo rosolare a fiamma media per altri 10-15 min, ovvero fino a quando non si saranno ammorbidite.

A questo punto incorporiamo il formaggio grattugiato, che mescoleremo frequentemente affinché si amalgami in modo omogeneo.

Quando il formaggio si sarà completamente sciolto, livelliamo il composto con la spatola, alziamo la fiamma a fuoco vivace e facciamo formare una bella crosticina dorata e croccante.

Giriamo il frico dall’altra parte con l’aiuto di un piatto o di un coperchio e lasciamo abbrustolire anche quest’ultima.

Ebbene è arrivato il momento di servirlo, ben caldo al centro della tavola tagliato a fette.

Consigli

A seconda se lo preparerete friabile solo di formaggio o, come la nostra versione, morbido con patate e cipolle, il frico si può accompagnare rispettivamente ad un contorno di funghi o alla polenta, per riscaldare il cuore infreddolito di tutti noi amanti del cibo.

Conclusione

Se vi è piaciuto questo piatto, condividetelo con i vostri amici e familiari e non esitate a lasciare un commento con le vostre impressioni!

Scopri altre deliziose proposte culinarie sul nostro sito Cibo che Passione e diventa membro del nostro gruppo.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Cibo che Passione - Corso di Francia, 165c 00191 Roma - C.Fisc.: 15805991005 - P.iva: 15805991005

 

Scroll To Top