Now Reading
Song: la vera “dinastia” di Hong Kong

Song: la vera “dinastia” di Hong Kong

Song

Anche se è stato elogiato da tanti di voi, Cibo che Passione ha deciso di recensire oggi il ristorante Song grazie al suggerimento della nostra Ccpina Giulia Poggi, ovvero Giuriste posate.

La “canzone” soave della tradizione trasportata a oggi

Song, questa perla luminosa situata a Via Valadier 14, oltrepassando Piazza della LIbertà, non è altro che un’elegante rappresentazione ristoratrice della cucina orientale cinese, di gran lusso, che è stata declinata nello stile classico della Hong Kong dello chef Ling Sang Chu.

Infatti, studiato appositamente per essere un ambiente intimo e elegante, in grado di immergere chiunque oltrepassi il loro “varco”, il ristorante è strutturato come l’incontro tra Tradizione e Modernità cinese, tra il passato familiare dei ristoratori e il presente del commensale che viene a provare i loro piatti.

Un equilibrio perfetto, armonico, che propone un’esperienza inebriante e ultra sensoriale, ad un primo sguardo, di un: “piccolo tempio di serenità“… dove prendersi: “una pausa dalla vita quotidiana“.

Sapienza, Esperienza e Sapore

Dunque tra la ricercatezza architettonica ricca di sfumature, cromatiche e dei sapori, e i continui richiami storici in chiave moderna, per non perdere mai di vista la loro filosofia culinaria, Song cattura totalmente l’attenzione con la sua evidente esperienza, profonda conoscenza e grande passione nella preparazione dei suoi tipici prodotti.

Piccole creazioni ma di stupefacente manifattura, eccezionalmente curate, che vanno a esplodere in un turbinio di gusti e profumi.

Per tale motivo il locale è stato premiato, nel 2023, da due mappamondi di Gambero Rosso, dando lustro al lavoro di un vero professionista che sa fare il suo mestiere.

Oltre alle varie combinazioni di ravioli preparati esclusivamente e interamente a mano come gli Xiao Long Bao, gli Astice Matcha, gli Shao Mai, gli Har Gau (ravioli di gamberi in pasta di cristallo) e i Ragout d’anatra; il carnet del ristorante Song propone ogni genere di classiche prelibatezze, ma con un tocco in più del proprio gusto personale.

Lo vediamo in piatti quali: i Bao all’anatra e al maiale caramellato, gli Cheng Fun, che non sarebbero altro che sfoglie di riso ripiene, il Tortino di Daikon, le Zampe di gallina al vapore con soia nera fermentata e i consueti primi piatti di Spaghetti di soia all’Hong Kong style e il Riso di carne stufata Chan Siu.

Conclusione

In conclusione Song porta dietro di se, nel cuore di Roma, un po’ del suo gusto originario di Hong Kong, fatto di raffinatezza e intrigo, sia di cultura che di sapori, trascinando il commensale indietro nel tempo in un epoca che, purtroppo, si è andata quasi a perdere del tutto.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Cibo che Passione - Corso di Francia, 165c 00191 Roma - C.Fisc.: 15805991005 - P.iva: 15805991005

 

Scroll To Top