Now Reading
Spaghetti all’assassina: il primo piatto barese che ti uccide

Spaghetti all’assassina: il primo piatto barese che ti uccide

spaghetti all'assassina

In questo caldo mercoledì di Aprile Cibo che Passione, presa per la gola dalle foto di Silvia Crisciotti, vi propone la ricetta degli spaghetti all’assassina.

Dalla Puglia con furore, questo piatto barese si caratterizza per il suo gusto “letale” di peperoncino e la sua crosticina super croccante, dovuta sia dalla tradizionale padella in ferro in cui vengono cotti, sia per la sua particolare cottura “risottata“, che non mescola mai gli spaghetti.

Ecco a voi la ricetta!

Ingredienti

Con i tempi di cottura un po’ lunghi, che vanno dai 30 min a 1 h (a fuoco moderato), questa ricetta degli spaghetti all’assassina per 4 persone prevede:

  • 400 gr di spaghetti
  • 300 gr di passata di pomodoro
  • 4 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro (100 gr circa)
  • 1.2l di acqua
  • 8 pomodorini
  • 2 spicchi di aglio
  • 3 peperoncini
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

Per cucinare i nostri spaghetti all’assassina partiamo dal “brodo sanguinolento”, così chiamato per il suo tipico colore rosso acceso. Portiamo dunque a bollore l’acqua, aggiungiamo il doppio concentrato di pomodoro e il sale e li sciogliamo bene.

Nel frattempo tagliamo i pomodorini a pezzi (a metà o in quarti) e li mettiamo da parte.

In una padella grossa (quella di ferro sarebbe congeniale per seguire la ricetta originale) antiaderente che possa contenere gli spaghetti interi, versiamo una quantità generosa di olio d’oliva, a cui aggiungiamo gli spicchi d’aglio e i peperoncini tagliati a metà.

Facciamo rosolare a fuoco vivace per qualche minuto, poi aggiungiamo i pomodorini per farli appassire leggermente.

Ora posiamo ben distribuiti gli spaghetti, senza che si sovrappongano, in modo tale da sommergerli quasi del tutto nell’olio. Li facciamo “tostare” per qualche minuto fino a quando la base non sarà abbrustolita; dunque con delle pinze li giriamo e facciamo colorare anche l’altra parte.

Raggiunto il livello di croccantezza giusto, iniziamo ad aggiungere un paio di mestoli di acqua al pomodoro, cuocendo quindi gli spaghetti per assorbimento.

Di tanto in tanto, mescolate leggermente e unite altri mestoli di brodo.

A cottura ultimata della pasta lasciamo evaporare l’acqua restante nella padella, intensificando il gusto bruciacchiato degli spaghetti all’assassina.

È arrivato il momento di impiattare e gustare questo piatto prelibato.

Buon Appetito.

Conclusione

Se vi è piaciuto questo piatto, condividetelo con i vostri amici e familiari e non esitate a lasciare un commento con le vostre impressioni!

Scopri altre deliziose proposte culinarie sul nostro sito Cibo che Passione e diventa membro del nostro gruppo.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Cibo che Passione - Corso di Francia, 165c 00191 Roma - C.Fisc.: 15805991005 - P.iva: 15805991005

 

Scroll To Top